mercoledì 29 dicembre 2010

Bilinguismo e Alzheimer. Una ricerca canadese ha trovato una correlazione.

Neuroni degenerativi dell'Alzheimer
Ho letto sul "DOM" un'interessante articolo che mette in relazione il bilinguismo e l'Alzheimer, tratto da una ricerca canadese, quindi non stiamo per forza parlando di italiano/sloveno. Parlare due lingue già da bambini non crea confusione come si pensa spesso, forse può solo evidenziare dei limiti intellettivi, e non tutti i genitori sono pronti ad accettare un simile affronto. Comunque fa bene e crea nel cervello del bambino modi diversi di affrontare lo stesso problema.
LINK ALL'ARTICOLO DEL DOM

domenica 26 dicembre 2010

Babbo Natale ha consegnato i regali ai bambini di Stregna.

Su iniziativa di 3 persone volenterose quest'anno abbiamo avuto il nostro Babbo Natale comunale che è venuto personalmente a consegnare nella sera del 24 i regali accompagnato da 2 elfi e fisarmoniche. 

Grazie Babbo Natale!

Ti aspettiamo anche il prossimo anno!

martedì 21 dicembre 2010

Scuolabus a "singhiozzo" dal 1° gennaio 2011

Oggi 21/12/2010 si è svolta la attesa riunione, richiesta dai genitori del Comune di Stregna, con la giunta presente e circa una quindicina di genitori (nessuno della minoranza presente). La situazione attuale è in "stallo", in quanto dal 1° gennaio 2011 Romeo va in quiescenza e lascia Marino da solo a dividersi tra scuolabus e spazzaneve.
La priorità rimane la pulizia delle strade, ciò non toglie che i disagi delle scorse settimane, forse si potevano evitare. Sono stati raccolti tutti i numeri di telefono per contattare le famiglie in caso di disservizio e anche in questo caso, forse, ci si poteva organizzare con un po' in anticipo. Per quanto riguarda la pulizia delle strade c'è una convenzione con Alessandro che con il proprio trattore è disponibile ad attivarsi su richiesta dell'assessore alla viabilità Dario Predan (speriamo che lo chiami più spesso).
Per ottenere un altro operatore comunale bisogna aspettare il 1° dell'anno e l'amministrazione comunale può agire in 3 modi:
1. Ricerca attraverso la mobilità, quindi un bando sulla gazzetta nei premi 15 giorni dell'anno.
2. Verifica di un servizio esterno SAF (costoso e fine a sè stesso).
3. Agenzia interinale
In questi giorni, però, si è già proposta una persona delle Valli che lavora nel comune di Corno di Rosazzo per un eventuale trasferimento e già possiede patente e stesse caratteristiche di inquadramento. Ha parlato con Sindaco, tecnico comunale e Marino, ora sta valutando.
Inoltre è stata affrontata la questione dell'accompagnatore, dato che ci sono state molte incomprensioni, e il sindaco ha spiegato che si sta cercando una persona che sia disponibile sia mattino che pomeriggio. Un giovane di Stregna, che ha perso il lavoro, si è proposto e potrebbe essere una valida possibilità.
L'Assessore Predan ha preso l'impegno di avvertire le singole famiglie ogni qual volta il servizio di trasporto scolastico non sia attivo, causa neve o malattia.

giovedì 16 dicembre 2010

Riunione straordinaria richiesta dai genitori in merito all'intermittente servizio scuolabus

Il Comune di Stregna ha fissato per martedì 21 dicembre alle ore 18.30 la riunione richiesta fortemente dai genitori del Comune di Stregna per chiarire l'interruzione del servizio di trasporto scolastico e anche tutti i disagi creati in queste settimane.
Magari faranno uno sconto sulle 19,50 euro al mese che si devono pagare?!?
Non fate caso agli errori nell'oggetto e nell'indirizzo, nessuno nasce "imparato"!
Comunque, dove lavoro io, se spedisco una lettera così a un cliente mi mandano a casa a calci nel culo.
E fanno bene!!!


sabato 11 dicembre 2010

Idea regalo Natale 2010

Volevo segnalarvi per Natale
l'uscita del nuovo libro di Adriano Gariup 
"La luna e le lucciole - Luna an buskalce"

Scritto in italiano e sloveno a fronte
Casa editrice MOST s.c.a r.l.


Devo ancora iniziare a leggerlo, ma sono molto curioso!!!!
Non è ancora stato presentato, 
ma lo trovate già nelle edicole di Scrutto e San Pietro al Natisone

Il Sindaco di Stregna Mauro Veneto si sente in difficoltà per colpa delle leggi di tutela linguistica 38/2001 e 482/99

Venerdi 3 dicembre a San Leonardo si è tenuto un incontro tra tutti gli esponenti di PDL e Lega Nord locali. Ovviamente non poteva mancare il nostro sindaco Mauro Veneto che, se non sbaglio, è coordinatore PDL per il comune di Stregna.
Secondo il parere della Commissione Europea, se i giovani delle zone di confine non parleranno almeno altre due lingue rispetto alla propria resteranno disoccupati. Pertanto la legge 38/2001 (sulla tutela della minoranza slovena) non va respinta ma integrata affinché siano tutelate tutte le identità. Avere una scuola bilingue sul territorio, pertanto, è una fortuna ed un'opportunità da sfruttare. 
Questo è il parere di Isidoro Gottardo, deputato e coordinatore regionale del Pdl, appoggiato dal Presidente della Provincia Fontanini.
Solo il sindaco Mauro Veneto ha sottolineato la questione identitaria legata alle leggi di tutela 38/2001 e 482/99. Queste le sue parole: "Hanno messo in seria difficoltà la maggioranza della popolazione delle Valli del Natisone che non si riconosce nella minoranza slovena". 
Strana affermazione dato che sono stati stanziati i soldi della tutela per la minoranza linguistica per rifare il tetto del Municipio di Stregna senza tante discussioni. 

Link all'articolo del Novi Matajur

mercoledì 8 dicembre 2010

Risposta dei Titini alla lettera di San Mauro

Sottolineature sul Burnjak 2010

Messaggero Veneto — 07 dicembre 2010

  

Dibattito. L’edizione del Burnjak 2010 si è conclusa da un mese e al riguardo sono stati scritti molti articoli sui giornali e in rete. Siccome da parte nostra non sono state rilasciate interviste o dichiarazioni al Messaggero Veneto riguardo all’esito più o meno positivo della recente edizione, organizzata dalla Pro loco di Stregna, vorremmo ufficializzare la nostra posizione. Quest’anno, nostro malgrado, la Polisportiva Tribil Superiore non potrà organizzare il Burnjak - Festa delle castagne a Tribil Superiore. 
La nostra associazione – che aveva fatto sì che una festa paesana divenisse un evento di rilevanza internazionale, che aveva centuplicato nel giro di pochi anni il numero di ospiti, che aveva coinvolto agricoltori del territorio, artigiani e associazioni nell’organizzazione di una delle feste che ormai rappresentavano un biglietto da visita dell’intero territorio delle Valli del Natisone, del Torre e dell’Isonzo – è stata privata del diritto di organizzare il Brunjak. Il Comune di Stregna, nella persona del sindaco Mauro Veneto, non ha infatti concesso alla Polisportiva Tribil l’autorizzazione a organizzare la festa per il 2010, affidandola invece alla riesumata Pro loco Stregna. 
Tutto il direttivo della Polisportiva Tribil Superiore esprime profondo rammarico per i fatti accaduti e giudica profondamente offensivo il comportamento dell’amministrazione del Comune di Stregna, comportamento che pertanto risulta assolutamente illegittimo, illegale e per nulla costruttivo, dal momento che mina i rapporti basilari della comunità di Stregna e contribuisce a disgregare il già provato tessuto sociale. Aggiungiamo altre considerazioni. Il Burnjak, festa tradizionale delle castagne di antica memoria, è stata riproposta, dopo anni in cui non era più organizzata da nessuno, dall’Associazione polisportiva e ricreativa di Tribil Superiore, che man mano si è avvalsa della collaborazione delle altre associazioni presenti nel nostro Comune. Dopo qualche anno, avendo bisogno di altre risorse operative, ha richiesto l’aiuto di altre associazioni provenienti dai comuni limitrofi. Ci sono voluti anni di impegno per portare al successo questa festa, che nel nostro intento voleva fare da vetrina alle bellezze, ai prodotti, alla cucina, alle risorse umane, alla tradizione culturale e musicale del territorio e voleva essere terreno di sperimentazione alla collaborazione transfrontaliera, tanto sostenuta e proposta dalla nostra Regione Friuli Venezia Giulia e dai programmi europei. Con il cambiamento avvenuto nel nostro Comune, tutto ciò improvvisamente è divenuto negativo e le autorizzazioni, che da sempre vanno richieste al sindaco, non ci sono state più concesse sia per il Burnjak sia per il Kries. La nuova svolta politica, ormai è ampiamente dimostrato, si è voluta impossessare di queste feste e con determinazione (apparentemente mitigate da flebili aperture) defenestrarci accusandoci, non direttamente ma per vie traverse, di loschi sotterfugi, disonestà e altro ancora. Noi riteniamo che fare una festa omologata alle altre feste delle castagne non fosse il nostro obiettivo e che l’apertura alla vicina Slovenia con la quale, oltre alla vicinanza, molte cose ci accomunano sia positiva. Questo pensiero è stato condiviso e appoggiato sia dalla Provincia di Udine sia dalla Regione Fvg e dalla precedente amministrazione. A Stregna, tutto ciò che era buono fino a ieri è diventato improvvisamente “reato”. 
Ora, se il sindaco e la neonata Pro loco di Stregna non ci avessero voluto defenestrare e imporre la rinuncia dei presupposti che ci hanno portato fino a qui, avrebbero per esempio organizzato qualcosa di alternativo in altre occasioni e manifestazioni, come da noi più volte proposto, senza stravolgere ciò che esisteva e funzionava già e aveva richiesto non poco impegno di idee, braccia e collaborazioni. A Stregna c’è bisogno di fare molto, perché accanirsi su ciò che è positivo e funziona già? 
Ai lettori lasciamo spazio di riflessione per trovare da soli la risposta. Concludendo, vorremmo avere anche le copie delle sette raccomandate che il sindaco ci ha inviato, perché, forse, qualcosa ci manca all’appello. Al presidente neoeletto della Pro loco di Stregna diciamo che, oltre ai valori dell’ospitalità, della cordialità e della generosità da lui citati, noi metteremmo in primo luogo il valore del rispetto, non solo formale, di chi ci ha preceduto. Il veleno sullo zuccherino, sempre veleno è... Con il nostro “commiato” auguriamo lunga vita al Burnjak e a tutti quelli che lo porteranno avanti. 
Per noi è stata una grande festa e un grande terreno di prova di quanto si può fare se si vuole veramente. Ringraziamo tutti quelli che ci hanno aiutato, soprattutto gli abitanti di Tribil e quanti ci hanno onorato della loro presenza. Siamo ancora convinti che la non rinuncia ai propri ideali sia una grande forza alla quale noi non sappiamo rinunciare. Buon lavoro e... speriamo ci torni almeno la voglia di fare festa! 
Franco Qualizza per il direttivo dell’Associazione polisportiva e ricreativa di Tribil Superiore Stregna

lunedì 6 dicembre 2010

Scuolabus nella bufera! E per fortuna è arrivata la pioggia...

Settimana a dir poco caotica per la viabilità di Stregna. 
C'è molta confusione e penso che siate pronti per vedere questo link
Nuovo video e foto



Biagio

Vittoria e papi

Marko e Biagio

lunedì 29 novembre 2010

NEVE a Stregna!!! Come è andata?

La prima neve, preannunciata, non ha sorpreso gli operatori di Stregna. 
In effetti il Comune aveva già avvisato con adeguato volantinaggio le famiglie, in quanto il servizio Scuolabus in caso di neve viene sospeso per dare priorità alla pulizia delle strade.
E bisogna dire che rispetto all'anno scorso, anno in cui abbiamo fatto il "Rally di Svezia" per 2 settimane, la strada già alle ore 07.20 era pulita, ma forse anche prima.
Bravi operatori e Assessore alla Viabilità!
MA NOI
Anche questa volta abbiamo voluto divertirci. 
Andiamo verso il Pust 2011.

Welcome slittino svedese!

Marko
Alla fine ha vinto quello grosso!

domenica 21 novembre 2010

Assegnati i contributi per operatori agricoli e forestali di minoranza slovena. Qualche sorpresa?

Legge Regionale n. 26/2007 
“Norme regionali per la tutela della minoranza linguistica slovena”
Art. 20 “Concessione incentivi ad operatori agricoli e forestali”


Sono arrivate in questi giorni le raccomandate con l'assegnazione dei contributi, ricordo che nella graduatoria il cui massimo punteggio è stato 86 punti, contava molto un'autocertificazione di appartenenza alla minoranza slovena del valore di ben 20 punti. 
Quindi si presume che tutti i punteggi al di sopra del 60 abbiano sottoscritto questa autodichiarazione.


Allego il link alla graduatoria provvisoria, ora definitiva, specificando che i contributi sono stati elargiti fino al numero 25 (Midun Mario - Prepotto) esclusi dal 26 in poi.
http://www.cm-torrenatisonecollio.it/fileadmin/user_torrenatisonecollio/Documenti_Servizi/UFFICIO_progetti_EU_minoranze/graduatoria_provvisoria.pdf


Potete leggere anche il post di Luca Postregna
http://luca.postregna.name/2010/11/21/ai-dindini-non-sputa-in-faccia-nessuno/

lunedì 8 novembre 2010

L'ARTICOLO DI NOVEMBRE - WELCOME LIFE STYLE

Da oggi trovate presso i supermercati un vasto assortimento di carta igienica per tutti i gusti.
Finalmente un uso proprio della scritta WELCOME.
Invece se non siete dei cittadini di Stregna, ma vi piace andare a caccia, trovate anche la vostra versione.

Ma se non siete nè di Stregna, nè cacciatori e quindi magari siete Alpini sprezzanti del pericolo.

Quindi ora rimangono solo le signore che non vogliono crescere mai, per voi un set completo per il bagno.

E ora posso dire che possiamo anche finirla qui, basta che non rivediamo più quel ridicolo striscione del Burnjak con la scritta "WELCOME". Per chi?
L'unico anglossassone era un canadese che poi è venuto al NAS Burnjak (Ciao David from Toronto).

giovedì 4 novembre 2010

WELCOME - LIFE STYLE

Esce oggi il primo articolo della linea "WELCOME" per tutti gli abitanti di Stregna.
Un semplice zerbino dove potersi pulire le scarpe dando un simpatico benvenuto ai vostri ospiti d'oltre mare. Se non avete amici o parenti anglosassoni poco importa "WELCOME" è il più tradizionale dei saluti nella terra di castagne più conosciuta in Friuli, quella con le castagne Piemontesi.
Comunque questo è solo l'inizio seguiranno altri articoli che completeranno il vostro Lifestyle "WELCOME"

PS. Si accettano suggerimenti, io ne ho già un altro in mente. COMING SOON...

lunedì 1 novembre 2010

Burnjak 2010 deludente. Risultati del sondaggio

Si è concluso il sondaggio dopo due settimane di votazioni e abbiamo raggiunto i seguenti risultati:

1° posto: La nuova gestione della Proloco Stregna con 20 voti al 48%
Non c'erano dubbi che la prima colpa ricadesse sui nuovi ed inesperti organizzatori.
1° posto parimerito: Luca Postregna con 20 voti al 48%
Anche questa volta Luca Postregna ha dimostrato che chi ha in mano le comunicazioni può raggiungere risultati incredibili e facendosi pubblicità sul suo blog è quasi riuscito a vincere il sondaggio. Ma purtroppo la Proloco Stregna è troppo responsabile del flop di quest'anno.
3° posto: Il nuovo programma del Burnjak con 8 voti al 19%
Evidentemente la nuova impostazione non è proprio piaciuta.
3° posto parimerito: Non ci sono più le fisarmoniche con 8 voti al 19%
Anche in questo caso si è molto sentita la mancanza delle fisarmoniche, soprattutto per il paese. Sembra quasi che siano state bandite dal Comune di Stregna.
5° posto parimerito: Le cattive condizioni atmosferiche e la caccia del Santo cinghiale con 5 voti al 12%
Mi sembra di capire che non è il caso di nascondersi dietro al maltempo.
All'ultimo posto: La mancanza di pubblicità e di segnaletica con 3 voti e il 7%
In effetti quelli che si sono persi e non hanno raggiunto il Burnjak o sono stati informati male sono solo in 3, tra cui sicuramente Valentino Rojatti, ospite della trasmissione Scrigno di Telefriuli.

PS Le percentuali danno un risultato superiore al 100% in quanto era possibile dare risposte multiple.

domenica 31 ottobre 2010

Welcome 60 Serginaz - Tanti auguri

Tanti auguri a Sergio Balus per i suoi PRIMI 60 anni. Ha voluto festeggiare alla grande con una cinquantina di amici aspettando anche una settimana (dato che il compleanno era il 24/10) per non sovrapporsi al Burnjak e non voler polemizzare sul fatto che ci sarebbe stata più gente al compleanno che al tendone. Comunque grande festa ieri a Tribil Superiore nella sala parrocchiale nello stile Balus, quindi all'insegna del divertimento. I suoi amici hanno ancora voglia di scherzare e per adeguarsi agli standard comunali gli hanno presentato un Welcome 60, giusto per "mantenere le tradizioni locali", ovviamente a base di castagne piemontesi.
ANCORA TANTI AUGURI SERGIO.

mercoledì 27 ottobre 2010

Il Burnjak è finito (in ogni senso). E adesso cosa ci aspetta?

Sicuramente è stata l'edizione più balorda, ridicola e discussa di sempre. Perchè?
Sicuramente avete letto i post della settimana scorsa e vi siete fatti un'idea, ma ora di cosa parleremo?
Con sapiente pazienza aspettiamo il Pust (il nostro Carnevale) e sicuramente ci sarà da discutere e documentare gli avvenimenti. Infatti già l'anno scorso più di qualche simpaticone che non si sa divertire neanche al Pust (figuriamoci al Burnjak) avrebbe voluto zittire anche le maschere, anche rivolgendosi alle forze dell'ordine.

Le temutissime maschere del Pust
Poi a giugno ci sarà di nuovo il Kries (falò di San Giovanni) e anche su questo qualcuno ha già alzato la voce lo scorso anno negando i permessi di occupazione suolo pubblico. Perchè 2 Kries su un territorio così piccolo sono troppi. Ma forse la paura è che si portino via clienti al "tradizionale" tendone di Tribil Inferiore, non curante del fatto che il Kries è una tradizione di ogni paese. E così per un pugno di euro si cancella l'identità e la cultura della gente.
Comunque nelle difficoltà la Polisportiva di Tribil Superiore si sa arrangiare e appoggiata da tutti i paesani (meno quei 3-4 di cui si fa volentieri a meno) ha fatto il suo Kries su suolo privato. Nonostante questo qualcuno avrebbe voluto addirittura denunciare la signora proprietaria del terreno dove è bruciato il falò.
Bisogna stringere i denti ancora qualche anno fino alle prossime elezioni, sempre che Stregna non venga regalata a Cividale.

Mi sembra che gli argomenti non mancheranno!!!

martedì 26 ottobre 2010

Dalla lettera di San Mauro ai Titini

Riporto le risposte apparse sul Messaggero Veneto il 23 e 24 ottobre:

"Il sindaco Mauro Veneto, intanto, respinge al mittente le critiche conseguenti al cambio di gestione della kermesse, fino allo scorso anno organizzata dalla Polisportiva Tribil Superiore e divenuta ora, appunto, di competenza della Pro loco: «Dichiarazioni false - tuona -: nessuno ha defenestrato nessuno. Alla Polisportiva il Comune ha inviato ben sette lettere raccomandate invitandola a partecipare all’organizzazione del Burnjak»."

Ben sette raccomandate, pensate!! Sarebbe da chiedergli di farci vedere le Ricevute di ritorno (su 7 ne avranno fatta almeno 1 AR), o possiamo andare a controllare il numero di protocollo.
Alla Polisportiva è arrivata 1 o forse 2 lettere e nemmeno tanto incoraggianti. (vedi http://www.burnjak.eu/).

"Il Burnjak non è stato un flop La Pro loco Stregna, nata negli anni 90 per sostenere e valorizzare cultura e tradizioni locali, in collaborazione con le associazioni presenti sul territorio, nel 2010 ha rinnovato gli organi direttivi e riavviato la propria attività, grazie soprattutto al sostegno dell’amministrazione comunale, in particolare del sindaco, Mauro Veneto. In coerenza e nel pieno rispetto delle finalità statutarie l’attività ha ripreso, coinvolgendo tutti i cittadini di Stregna e in particolare tutte le associazioni presenti in loco. Nella Pro loco oggi sono rappresentati il Gruppo alpini di Stregna, il Reparto storico alpino “Fiamme Verdi”, l’associazione Cacciatori di Stregna e il Coro Tre Valli. Il Burnjak, tradizionale festa delle castagne che si svolge a Tribil Superiore nel mese di ottobre, rientra tra le manifestazioni, patrocinate dal Comune, dalla Provincia e dalla Regione, che la Pro loco ha organizzato nell’anno in corso, non certo sostituendosi a qualcuno, ma coinvolgendo tutte le associazioni, garantendo a esse la massima partecipazione e presenza. La Polisportiva Tribil Superiore non ha inteso aderire all’iniziativa e non ha accettato di collaborare con le altre cinque associazioni. La Pro loco ne ha preso atto e ne ha rispettato le decisioni. Ciò premesso leggiamo con stupore e con profondo rammarico la dura presa di posizione della Polisportiva in merito all’organizzazione della festa. Non è nostro costume scendere in polemiche con chi non condivide il nostro percorso e il nostro modo di operare, ma ritenendo immeritate le accuse mosse dalla Polisportiva e contenute nell’articolo comparso sul Messaggero Veneto, ci pare assolutamente doveroso smentire la notizia che il Burnjak 2010 sia stato “un flop”. Il Burnjak 2010, comonciato il 10 ottobre e che terminerà il 24 ottobre, vede lavorare in armonia più di cinquanta persone tutte del comune di Stregna, che negli ultimi mesi hanno sacrificato molto del loro tempo libero per organizzare e per gestire questo importante evento. Sul Burnjak non c’è nessuna bufera e chi vorrà onorarci della sua presenza lo potrà constatare. Il programma è ricco e interessante, il posto merita una visita e, tempo permettendo, possiamo assicurare che sarà una gran bella festa, nello spirito di cordialità, generosità e ospitalità della gente di Stregna. Vorremmo approfittare della cortese ospitalità del Messaggero Veneto per rinnovare al nostro sindaco, Mauro Veneto, il più caloroso grazie per aver saputo aprire le porte del municipio a tutte le associazioni di Stregna, sostenendole nelle loro attività. Remo Chiabai presidente della Pro loco Stregna "

Abbiamo constatato di persona che il Burnjak non è più lo stesso, farebbero bene a spostarlo altrove e a cambiargli nome.

giovedì 21 ottobre 2010

Burnjak nella bufera del Messaggero

In effetti nessuno si aspettava un articolo di questo genere, soprattutto perchè nessuno della Polisportiva Tribil Superiore (i vecchi organizzatori) l'aveva chiesto. Probabilmente la nostra giornalista locale Lucia Aviani avrà fatto una ricerca su internet con il termine "burnjak" e si sarà accorta che ha trovato di tutto tranne il programma della festa (che a tutt'oggi non ha un sito ufficiale). L'unico posto dove trovare il programma della festa è il sito del Comune di Stregna, ma ciò non fa che avvalorare la teoria che la nuova Proloco di Stregna e la maggioranza che ora governa Stregna siano la stessa cosa.
Allego l'articolo uscito il 21 ottobre 2010 sul Messaggero Veneto, stesso giorno in cui esce la pubblicità del Burnjak sull'inserto del Messaggero e anche questa volta Tribil Superiore viene omesso, sostituito da Stregna (che però è meno conosciuta di Tribil Superiore).
Vi ricordo che anche se sembra che sia la Polisportiva a parlare in prima persona, sono solo stati riportati dei commenti trovati su www.burnjak.eu e su altri siti e blog che trattano l'argomento.

martedì 19 ottobre 2010

La stampa slovena a caccia di notizie

La testata giornalistica Primorski nel giro di 2 giorni ha già rilasciato 2 articoli sul Burnjak "versione Veneto" e non fa sconti a nessuno, tantomeno agli inesperti organizzatori della Proloco Stregna.

Qui di seguito il link: http://www.primorski.it/publisher/Na%20spletu/search/1/?search_text=burnjak&x=26&y=8
(Potete tradurlo in italiano con Live Search. Pulsante destro del mouse sul testo).

A questo punto ci chiediamo chissà cosa riusciranno a millantare sul Messaggero Veneto quest'anno.
Staremo a vedere, c'è ancora una domenica per recuperare.
Ce la faranno i nostri EROI?
O proprio all'ultimo molleranno tutto e andranno a caccia?
Ricordiamo che la riserva di Oblizza è in vantaggio su quella di Stregna per colpa del Burnjak!!!

domenica 17 ottobre 2010

Sole NO, Soli SI

Domenica 17 ottobre, forse per il numero avverso o per altre cause ignote, non è stata una grande domenica. Pioggia, freddo e vento hanno caratterizzato il Burnjak 2010. La gente non è accorsa e quindi non c'è stato alcun problema di parcheggio per i pochi che si sono avventurati a Tribil Superiore. Forse qualcuno si è anche fermato a Stregna e non trovando la festa è tornato indietro. Ma questo è dovuto sicuramente alla cattiva pubblicità o semplicemente non esaustiva fatta in queste settimane, come testimoniato a Telefriuli nella trasmissione "Scrigno" di settimana scorsa non per tutti era chiaro dove si tenesse la festa.
Infatti qui di seguito riporto il banner pubblicitario che ho trovato sul sito del Messaggero Veneto

Non mi sembra ci sia alcun riferimento a Tribil Superiore, quasi si voglia far diventare il Burnjak la festa di Stregna, cosa impossibile dato che è nata con i parrocchiani e poi portata allo splendore con la Polisportiva sempre di Tribil Superiore.
La Proloco di Stregna e il Comune di Stregna forse volevano riportare il Burnjak a quello di ventanni fa con la gente di paese e pochi più, forse per mantenere le "loro" tradizioni. Comunque sembra che l'intento si stia per compiere, visto il mezzo flop della prima domenica e l'assenza totale di gente in questa domenica 17. Quindi se il tempo non sarà clemente nella prossima non ci saranno tanti soldi da contare in cassa, ma forse si conteranno quelli da rimborsare per lo sforzo organizzativo.

Burnjak ghiacciato - Domenica 17 ottobre 2010

Tanta pioggia,
tanto vento
e solo 4 gradi.


Ancora un po' e
siamo a rischio neve

sabato 16 ottobre 2010

Burnjak 2010 - Cominciamo bene

Forse anche più di qualcosa è cambiato. Tutta la storia, anzi solo il "Bignami", lo potete leggere su http://www.burnjak.eu/.
Invece le cose più tantigibili le stanno scrivendo sui muri a lettere cubitali.






Il messaggio è abbastanza criptico e di non facile comprensione, forse anche per l'infinita ignoranza di chi l'ha realizzata. Il fatto è accaduto durante la notte tra il 9 e 10 ottobre 2010.
Dopo avanzati studi si presume che la "C" inziale sia un errore (forse ha avuto un ripensamento già alla prima lettera), mentre la parola "ANTONIA" sembra sia l'unica cosa giusta, ma l'ignoranza più totale la ritroviamo nella parola "ITLER" di sicuro riferimento a "HITLER". Forse può essere anche CANTONI HITLER, ma di famiglie Cantoni nel comune non ce ne sono.
Il vandalo in questione non contento si è diretto vicino al cimitero di Tribil Superiore (circa 200 metri) per imbrattare la nuovissima insegna dell'Agriturismo "La Casa delle Rondini". In questo caso i nuovi organizzatori hanno prontamente provveduto, senza aver chiesto nessuna autorizzazione ai proprietari, a rimuovere parzialmente la spruzzata di nero, in quanto non molto decoroso per la nuova festa del Burnjak.

Sicuramente l'apertura ventennale alla mitteleuropa non è piaciuta, non sono piaciute le fisarmoniche, il clima di allegria e forse più di tutto non piace vedere un gruppo di persone affiatate come quelli della Polisportiva di Tribil Superiore (i vecchi organizzatori) che con il loro impegno e l'appoggio di associazioni e artigiani locali hanno dato lustro al piccolo comune di Stregna.
Già dalla prima domenica si son viste cose strane (cassiere con il tricolore al petto), come se non si sapesse che siamo in Italia, segnaletica stradale inesistente a fondo valle (vedi le testimonianze rilasciate a Telefriuli - Trasmissione "Scrigno") e un sentore della gente "non locale" che non è il Burnjak dell'anno scorso.
Ora aspettiamo di vedere cosa succederà questa domenica 17 ottobre e quali altre novità sono state riservate ai turisti della domenica.

C'era bisogno di un altro blog nel comune di Stregna?

Riprendendo le parole di un mio concittadino posso dire che "si sentiva il bisogno" di un altro blog.
Forse, a dir la verità, avrei preferito fare altro che aprire un blog, ma ne sentivo il bisogno, anche per fare un po' di concorrenza al blog di Luca Postregna http://luca.postregna.name/.
Ora non vorrei che 2 blog fossero troppi per un Comune così piccolo.
(Approfitto dell'occasione per salutare una mia carissima amica di Tribil Superiore - dott.ssa Erika Balus)
Speriamo che ora nessuno dica che il blog è stato commissionato da lei, speriamo.

Comunque auguro un buon lavoro alla neonata Proloco di Stregna per l'organizzazione del Burnjak, sperando che ognuno faccia il proprio lavoro.