mercoledì 29 dicembre 2010

Bilinguismo e Alzheimer. Una ricerca canadese ha trovato una correlazione.

Neuroni degenerativi dell'Alzheimer
Ho letto sul "DOM" un'interessante articolo che mette in relazione il bilinguismo e l'Alzheimer, tratto da una ricerca canadese, quindi non stiamo per forza parlando di italiano/sloveno. Parlare due lingue già da bambini non crea confusione come si pensa spesso, forse può solo evidenziare dei limiti intellettivi, e non tutti i genitori sono pronti ad accettare un simile affronto. Comunque fa bene e crea nel cervello del bambino modi diversi di affrontare lo stesso problema.
LINK ALL'ARTICOLO DEL DOM

domenica 26 dicembre 2010

Babbo Natale ha consegnato i regali ai bambini di Stregna.

Su iniziativa di 3 persone volenterose quest'anno abbiamo avuto il nostro Babbo Natale comunale che è venuto personalmente a consegnare nella sera del 24 i regali accompagnato da 2 elfi e fisarmoniche. 

Grazie Babbo Natale!

Ti aspettiamo anche il prossimo anno!

martedì 21 dicembre 2010

Scuolabus a "singhiozzo" dal 1° gennaio 2011

Oggi 21/12/2010 si è svolta la attesa riunione, richiesta dai genitori del Comune di Stregna, con la giunta presente e circa una quindicina di genitori (nessuno della minoranza presente). La situazione attuale è in "stallo", in quanto dal 1° gennaio 2011 Romeo va in quiescenza e lascia Marino da solo a dividersi tra scuolabus e spazzaneve.
La priorità rimane la pulizia delle strade, ciò non toglie che i disagi delle scorse settimane, forse si potevano evitare. Sono stati raccolti tutti i numeri di telefono per contattare le famiglie in caso di disservizio e anche in questo caso, forse, ci si poteva organizzare con un po' in anticipo. Per quanto riguarda la pulizia delle strade c'è una convenzione con Alessandro che con il proprio trattore è disponibile ad attivarsi su richiesta dell'assessore alla viabilità Dario Predan (speriamo che lo chiami più spesso).
Per ottenere un altro operatore comunale bisogna aspettare il 1° dell'anno e l'amministrazione comunale può agire in 3 modi:
1. Ricerca attraverso la mobilità, quindi un bando sulla gazzetta nei premi 15 giorni dell'anno.
2. Verifica di un servizio esterno SAF (costoso e fine a sè stesso).
3. Agenzia interinale
In questi giorni, però, si è già proposta una persona delle Valli che lavora nel comune di Corno di Rosazzo per un eventuale trasferimento e già possiede patente e stesse caratteristiche di inquadramento. Ha parlato con Sindaco, tecnico comunale e Marino, ora sta valutando.
Inoltre è stata affrontata la questione dell'accompagnatore, dato che ci sono state molte incomprensioni, e il sindaco ha spiegato che si sta cercando una persona che sia disponibile sia mattino che pomeriggio. Un giovane di Stregna, che ha perso il lavoro, si è proposto e potrebbe essere una valida possibilità.
L'Assessore Predan ha preso l'impegno di avvertire le singole famiglie ogni qual volta il servizio di trasporto scolastico non sia attivo, causa neve o malattia.

giovedì 16 dicembre 2010

Riunione straordinaria richiesta dai genitori in merito all'intermittente servizio scuolabus

Il Comune di Stregna ha fissato per martedì 21 dicembre alle ore 18.30 la riunione richiesta fortemente dai genitori del Comune di Stregna per chiarire l'interruzione del servizio di trasporto scolastico e anche tutti i disagi creati in queste settimane.
Magari faranno uno sconto sulle 19,50 euro al mese che si devono pagare?!?
Non fate caso agli errori nell'oggetto e nell'indirizzo, nessuno nasce "imparato"!
Comunque, dove lavoro io, se spedisco una lettera così a un cliente mi mandano a casa a calci nel culo.
E fanno bene!!!


sabato 11 dicembre 2010

Idea regalo Natale 2010

Volevo segnalarvi per Natale
l'uscita del nuovo libro di Adriano Gariup 
"La luna e le lucciole - Luna an buskalce"

Scritto in italiano e sloveno a fronte
Casa editrice MOST s.c.a r.l.


Devo ancora iniziare a leggerlo, ma sono molto curioso!!!!
Non è ancora stato presentato, 
ma lo trovate già nelle edicole di Scrutto e San Pietro al Natisone

Il Sindaco di Stregna Mauro Veneto si sente in difficoltà per colpa delle leggi di tutela linguistica 38/2001 e 482/99

Venerdi 3 dicembre a San Leonardo si è tenuto un incontro tra tutti gli esponenti di PDL e Lega Nord locali. Ovviamente non poteva mancare il nostro sindaco Mauro Veneto che, se non sbaglio, è coordinatore PDL per il comune di Stregna.
Secondo il parere della Commissione Europea, se i giovani delle zone di confine non parleranno almeno altre due lingue rispetto alla propria resteranno disoccupati. Pertanto la legge 38/2001 (sulla tutela della minoranza slovena) non va respinta ma integrata affinché siano tutelate tutte le identità. Avere una scuola bilingue sul territorio, pertanto, è una fortuna ed un'opportunità da sfruttare. 
Questo è il parere di Isidoro Gottardo, deputato e coordinatore regionale del Pdl, appoggiato dal Presidente della Provincia Fontanini.
Solo il sindaco Mauro Veneto ha sottolineato la questione identitaria legata alle leggi di tutela 38/2001 e 482/99. Queste le sue parole: "Hanno messo in seria difficoltà la maggioranza della popolazione delle Valli del Natisone che non si riconosce nella minoranza slovena". 
Strana affermazione dato che sono stati stanziati i soldi della tutela per la minoranza linguistica per rifare il tetto del Municipio di Stregna senza tante discussioni. 

Link all'articolo del Novi Matajur

mercoledì 8 dicembre 2010

Risposta dei Titini alla lettera di San Mauro

Sottolineature sul Burnjak 2010

Messaggero Veneto — 07 dicembre 2010

  

Dibattito. L’edizione del Burnjak 2010 si è conclusa da un mese e al riguardo sono stati scritti molti articoli sui giornali e in rete. Siccome da parte nostra non sono state rilasciate interviste o dichiarazioni al Messaggero Veneto riguardo all’esito più o meno positivo della recente edizione, organizzata dalla Pro loco di Stregna, vorremmo ufficializzare la nostra posizione. Quest’anno, nostro malgrado, la Polisportiva Tribil Superiore non potrà organizzare il Burnjak - Festa delle castagne a Tribil Superiore. 
La nostra associazione – che aveva fatto sì che una festa paesana divenisse un evento di rilevanza internazionale, che aveva centuplicato nel giro di pochi anni il numero di ospiti, che aveva coinvolto agricoltori del territorio, artigiani e associazioni nell’organizzazione di una delle feste che ormai rappresentavano un biglietto da visita dell’intero territorio delle Valli del Natisone, del Torre e dell’Isonzo – è stata privata del diritto di organizzare il Brunjak. Il Comune di Stregna, nella persona del sindaco Mauro Veneto, non ha infatti concesso alla Polisportiva Tribil l’autorizzazione a organizzare la festa per il 2010, affidandola invece alla riesumata Pro loco Stregna. 
Tutto il direttivo della Polisportiva Tribil Superiore esprime profondo rammarico per i fatti accaduti e giudica profondamente offensivo il comportamento dell’amministrazione del Comune di Stregna, comportamento che pertanto risulta assolutamente illegittimo, illegale e per nulla costruttivo, dal momento che mina i rapporti basilari della comunità di Stregna e contribuisce a disgregare il già provato tessuto sociale. Aggiungiamo altre considerazioni. Il Burnjak, festa tradizionale delle castagne di antica memoria, è stata riproposta, dopo anni in cui non era più organizzata da nessuno, dall’Associazione polisportiva e ricreativa di Tribil Superiore, che man mano si è avvalsa della collaborazione delle altre associazioni presenti nel nostro Comune. Dopo qualche anno, avendo bisogno di altre risorse operative, ha richiesto l’aiuto di altre associazioni provenienti dai comuni limitrofi. Ci sono voluti anni di impegno per portare al successo questa festa, che nel nostro intento voleva fare da vetrina alle bellezze, ai prodotti, alla cucina, alle risorse umane, alla tradizione culturale e musicale del territorio e voleva essere terreno di sperimentazione alla collaborazione transfrontaliera, tanto sostenuta e proposta dalla nostra Regione Friuli Venezia Giulia e dai programmi europei. Con il cambiamento avvenuto nel nostro Comune, tutto ciò improvvisamente è divenuto negativo e le autorizzazioni, che da sempre vanno richieste al sindaco, non ci sono state più concesse sia per il Burnjak sia per il Kries. La nuova svolta politica, ormai è ampiamente dimostrato, si è voluta impossessare di queste feste e con determinazione (apparentemente mitigate da flebili aperture) defenestrarci accusandoci, non direttamente ma per vie traverse, di loschi sotterfugi, disonestà e altro ancora. Noi riteniamo che fare una festa omologata alle altre feste delle castagne non fosse il nostro obiettivo e che l’apertura alla vicina Slovenia con la quale, oltre alla vicinanza, molte cose ci accomunano sia positiva. Questo pensiero è stato condiviso e appoggiato sia dalla Provincia di Udine sia dalla Regione Fvg e dalla precedente amministrazione. A Stregna, tutto ciò che era buono fino a ieri è diventato improvvisamente “reato”. 
Ora, se il sindaco e la neonata Pro loco di Stregna non ci avessero voluto defenestrare e imporre la rinuncia dei presupposti che ci hanno portato fino a qui, avrebbero per esempio organizzato qualcosa di alternativo in altre occasioni e manifestazioni, come da noi più volte proposto, senza stravolgere ciò che esisteva e funzionava già e aveva richiesto non poco impegno di idee, braccia e collaborazioni. A Stregna c’è bisogno di fare molto, perché accanirsi su ciò che è positivo e funziona già? 
Ai lettori lasciamo spazio di riflessione per trovare da soli la risposta. Concludendo, vorremmo avere anche le copie delle sette raccomandate che il sindaco ci ha inviato, perché, forse, qualcosa ci manca all’appello. Al presidente neoeletto della Pro loco di Stregna diciamo che, oltre ai valori dell’ospitalità, della cordialità e della generosità da lui citati, noi metteremmo in primo luogo il valore del rispetto, non solo formale, di chi ci ha preceduto. Il veleno sullo zuccherino, sempre veleno è... Con il nostro “commiato” auguriamo lunga vita al Burnjak e a tutti quelli che lo porteranno avanti. 
Per noi è stata una grande festa e un grande terreno di prova di quanto si può fare se si vuole veramente. Ringraziamo tutti quelli che ci hanno aiutato, soprattutto gli abitanti di Tribil e quanti ci hanno onorato della loro presenza. Siamo ancora convinti che la non rinuncia ai propri ideali sia una grande forza alla quale noi non sappiamo rinunciare. Buon lavoro e... speriamo ci torni almeno la voglia di fare festa! 
Franco Qualizza per il direttivo dell’Associazione polisportiva e ricreativa di Tribil Superiore Stregna

lunedì 6 dicembre 2010

Scuolabus nella bufera! E per fortuna è arrivata la pioggia...

Settimana a dir poco caotica per la viabilità di Stregna. 
C'è molta confusione e penso che siate pronti per vedere questo link
Nuovo video e foto



Biagio

Vittoria e papi

Marko e Biagio