venerdì 19 agosto 2011

Accorpamento dei comuni delle Valli del Natisone. Comuni montani verso la salvezza.

La nuova manovra economica di ferragosto di Berlusconi prevede l'accorpamento dei comuni delle Valli del Natisone che contano meno di 1000 abitanti.
Quindi facendo una piccola ricerca su internet troviamo i seguenti numeri http://www.comuni-italiani.it/ :
Stregna 413
Grimacco 395
Drenchia 141
Savogna 506
Prepotto 829

San Pietro al Natisone, San Leonardo, Pulfero e Torreano hanno più di 1000 abitanti.

Quindi i comuni elencati saranno accorpati, speriamo seguendo una logica geografica. Ad esempio Prepotto potrebbe essere accorpato con Cividale e i restanti 4 comuni (tutti con territorio esclusivamente montano) otterrebbero un totale di 1455 abitanti.
In questo modo si eviterebbero le mire di qualche sindaco che vorrebbere venderci a Cividale, per poi far morire la specialità montanta con tutte le sue peculiarità culturali e linguistiche che tutti conosciamo.
Alla faccia dell'Italianizzazione di Mussolini che sembra essere tornata in qualche consiglio comunale molto "promiscuo".
Rimane il problema del nome per il futuro comune, dato che nessuno vorrà rinunciare al proprio di nome.
Comune dell'Alta Val Natisone, Comune Matajur, Comune dei tre fiumi, forse Comune di Savogna, Stregna, Grimacco e Drenchia, vista la fantasia che hanno certi personaggi.
Si accettano consigli.

2 commenti:

  1. A quanto pare i piccoli comuni sono salvi lo stesso!

    RispondiElimina
  2. E perché Prepotto con Cividale? E perché i comuni sopra i 1000 abitanti per conto loro? Perché non unirsi tutti? In questo modo si arriverebbe a 8.190 abitanti che potrebbe confrontarsi con Cividale e i suoi 12.444 abitanti (in ogni caso tutti gli abitanti dei comuni delle Valli, fanno appena il 65% degli abitanti di Cividale, e questo, nelle scelte politiche, conta).
    La cosa migliore sarebbe superare questi campanilismi e unirsi a Cividale, così da formare un unico macrocomune di 20.634 abitanti e una superficie di quasi 290 kmq: diventerebbe il secondo comune della provincia e il sesto della regione, e allora sì che avrebbe peso e sarebbe in grado di reclamare risorse.

    RispondiElimina